STORIA

Storia del Tai Chi Chuan della famiglia Yang

Tai Chi Chuan, spesso tradotto foneticamente Tai Ji Quan, è uno dei più alti livelli di arte marziale e pratica per la salute. Tai Chi Chuan si traduce in ultimo grande pugno, in riferimento a quello che gli antichi pensavano riguardo i suoi benefici.
Il Tai Chi della famiglia Yang, il più popolare tra gli stili di Tai Chi nel mondo, ha le sue radici nel Tai Chi Chuan della famiglia Chen.
Yang Lu-Chan (1799-1872) era nativo della provincia di Hebei. Lui ed un suo amico, Li Bai-Hui, portarono dei doni in soldi e cibo per il privilegio di studiare sotto Chen Chang-Xing. Il continuo mal di stomaco di Yang avrebbe ottenuto grandi benefici attraverso il Tai Chi. Li, che aveva una malattia polmonare, voleva gli stessi benefici. Ma ne l’uno ne l’altro avevano in mente l’arte marziale quando intrapresero il viaggio per il villaggio Chen. Entrambi studiarono diligentemente per diversi anni, specialmente Yang, il quale decifrò molti segreti del Tai Chi. Quando entrambi ebbero completato la loro formazione, Li andò nella provincia dello Shaanxi, dove fu invitato per insegnare. Lui continuò ad enfatizzare una pratica per la longevità e per la salute. Yang Lu-Chan tornò nella provincia dell’Hebei, dove ebbe molti studenti.
Uno degli studenti di Yang, Wu He-Qing (anche conosciuto come Wu Yu-Shan, 1812-1880) creò il suo stile. Il secondo figlio di Yang Lu-Chan, Yang Ban-Hou, insegnò gran parte del suo Tai Chi a Wu. Wu, il quale era sempre molto rigido e teso, incolpò Yang Lu-Chan e suo figlio di mantenere tutti i segreti, invece di ammettere di avere limitate abilità. Il risultato fu che Wu lasciò i suoi insegnati della famiglia Yang per imparare direttamente da Chen Chang-Xing.
Siccome Chen aveva 82 anni, mandò Wu nella città di Jao Bao per studiare con un parente, Chen Qing-Ping (1795-1868), che insegnava una forma di Tai Chi chiamata il Nuovo Tai Chi. Chen Chang-Xing morì l’anno seguente. Wu He-Qing studiò solo un mese in Jao Bao.  Più tardi scrisse di aver imparato ogni segreto del Tai Chi in quel mese. Lui insegnò il Tai Chi a suo nipote, Li Yi-Yu (1832-1892), il quale a sua volta insegnò a Hao Wei-Zhen (1849-1920). Lo stile Wu che Hao imparò è talvolta chiamato lo stile Hao. Questo non è lo stesso stile Wu oggi praticato. Hao lo trasmise a Hao Yue-Ru (1877-1935) e Sun Lu-Tang (1860-1932), il quale fondò l’odierno stile Sun.
Yang Lu-Chan portò i suoi figli, Yang Ban-Hou (1837-1892) e Yang Jian-Hou (1839-1917), a Pechino e realizzarono il Tai Chi della famiglia Yang un grande nome nelle cerchie locali di arti marziali. Yang Jiang-Hou ebbe due figli, il più anziano era Yang Shou-Hou, che imparò tutti i segreti del Tai Chi della famiglia Yang sia da suo padre che da suo zio. Il più famoso insegnante della famiglia Yand, Yang Cheng-Fu (1883-1936), era il fratello più giovane di Yang Shou-Hou. Lui apprese il suo Tai Chi da suo padre e il suo fratello più grande. Yang Cheng Fu e il suo studente, Che Wei-Ming, diffusero il Tai Chi attraverso la Cina.

Yang Cheng-Fu divenne infine il più famoso insegnante di Tai Chi dei tempi moderni. Suo fratello, Yang Shou-Hou, era conosciuto come un eccellente combattente, ma era così duro con i suoi studenti da non raggiungere mai la popolarità di Yang Cheng-Fu.
Nel frattempo, tre guardie della sicurezza dell’imperatore divennero discepoli di Yang Ban-Hou. Tutti e tre erano mancesi che vivevano in Beijing nella dinastia Qing. I loro nomi erano Leng Shan, Qian Yo e Wan Chun. Ognuno ricevette un terzo delle specialità di Yang Ban-Hou. Leng Shan imparò il gong jing o l’energia dura e forte. Qian Yo ricevette l’energia morbida dissolvente chiamata ro jing. Il terzo studente, Wan Chun apprese il hua jing o energia neutralizzante.
Apprendendo il morbido o ro jing, Qian Yo (1834-1902) insegnò a suo figlio, Wu Jiang Quan (1870-1942), il quale per comodità adottò il cognome Wu per insegnare ai cinesi Han. Qian Yo è accreditato come il fondatore dell’odierno stile Wu. Lui prese la forma originale Yang del piccolo cerchio, anche conosciuta coma la forma veloce, e la modificò in lenti, morbidi e piccoli cerchi in stile Tai Chi Wu.